Matrice Inversa

Ho ricavato questo metodo alternativo per il calcolo della matrice inversa −1 di una matrice quadrata A tale che det(A) ≠0 avviando la sintesi dedicata alla teoria della relatività generale.
Mi sono infatti imposto di elaborare un testo che, partendo dalle basi fisiche (principio di relatività, inerzia, etc.) e matematiche (per esempio, derivate, integrali, spazi vettoriali, trasformazioni lineari, tensori), contenga tutti gli elementi necessari per l’esame, da un punto di vista “elementare”, della teoria della relatività.
Per ragioni di semplicità lo sviluppo della presente nota è riferito al caso specifico delle matrici quadrate di ordine 2, cioè delle matrici costituite da due righe e da due colonne.
Quindi, in generale, tali argomentazioni sono estensibili al caso delle matrici quadrate di ordine n, cioè delle matrici quadrate costituite da n righe e da n colonne.

[…]


Patrizio Gravano

Patrizio Gravano, savonese d'origine ma trasferitosi a Roma dai primi anni Novanta, è laureato in Scienze politiche e in Economia e gestione d'azienda. É interessato alla scienza economica (microeconomia, in particolare) e cultore di materie giuridiche (filosofia del diritto e informatica giuridica). Coltiva fin da giovane un grande interesse per le scienze fisiche ed attualmente è iscritto al secondo anno del corso di laurea in Ingegneria informatica presso l'Università degli studi E-Campus. Quale autodidatta è stato dedito a studi di fisica e di matematica.